You are currently viewing L’Istituto Santa Chiara sul quotidiano “La Città”. La dottoressa Rosetta Di Buono: “Aperti anche ad agosto per far fronte alle richieste”

La chiusura dell’ospedale di Agropoli sta avendo ripercussioni ancora più gravi di quanto si possa immaginare. Ogni giorno emergono nuove difficoltà dell’utenza a causa della defezione del nosocomio con i cittadini costretti a rivolgersi ai privati, e con l’arrivo dell’estate (la prima con il noscomio chiuso) la situazione è diventata ancor più preoccupante.

Una delle strutture più frequentate dopo la chiusura dell’ospedale civile è  l’Istituto Polidiagnostico Santa Chiara di Agropoli della dottoressa Rosetta Di Buono, situato in via San Pio X.

“Sono molto preoccupata perchè a settembre l’Asl di Salerno non ci darà più i fondi e con l’ospedale chiuso avremo sicuramente esaurito le scorte annue, per cui rischiamo una paralisi di 3 o 4 mesi fino a dicembre- ha dichiarato la dottoressa Di Buono al quotidiano “La Città” – Abbiamo chiesto anche un tavolo tecnico con il direttore generale dell’Asl per risolvere questa problematica.

La nostra è un’azienda che deve offrire un servizio di qualità e per questo ci siamo dovuti adeguare per far fronte a queste emergenze e alle tante richieste, attrezzando una nuova sala prelievi, assumendo del nuovo personale ed agosto non chiuderemo.”

la città luglio