Le Talassemie son un gruppo didisturbi ereditari dovuti ad alterazioni nella sintesi dei componenti di una molecola chiamata emoglobina. L’emoglobina è una grossa proteina contenuta nei globuli rossi, la cui funzione è quella di catturare l’ossigeno dai polmoni e trasportarlo nei diversi tessuti. L’emoglobina raccoglie anche l’anidride carbonica prodotta nei tessuti e la trasporta ai polmoni dove viene eliminata. La proteina dell’emoglobina (HbA) è costituita a sua volta da 4 catene proteiche più piccole (sub-unità). Negli adulti ogni molecola di emoglobina contiene due subunità Alfa e due subunità Beta. Nel feto è presente un altro tipo di emoglobina, l’Emoglobina Fetale, che è formata da una subunità Alfa e da due subunità Gamma. Le 4 subunità di globulina racchiudono ciascuna, in una gabbia di aminoacidici idrofobici, una molecola molto piccola, la cui funzione è quella di legare l’anidride carbonica o l’ossigeno: il Gruppo Eme.

L’Alfa Talassemia è una malattia ereditaria causata dalla produzione difettosa o assente delle subunità alfa dell’Emoglobina. Come conseguenza nell’età adulta si ha un accumulo di catene beta, mentre nei neonati si ha un accumulo di catene gamma; tale accumulo porta alla formazione di emoglobine patologiche: Emoglobina H nell’adulto (formata da 4 catene beta) ed Emoglobina di Bart nel neonatoto (formata da 4 catene gamma).

N’ell’uomo esistono 4 geni localizzati sul cromosoma 16, che contengono l’informazione genetica per la produzione delle subunità alfa. Gli individui normali hanno 4 copie intatte del gene (2 copie situate sul cromosoma di origine paterna e 2 sul cromosoma di orine materna) e si indicano con aa/aa. I portatori e i malati di talassemia alfa hanno invece un’alterazione in una o più copie del gene.

Si distinguono 4 condizioni cliniche di diversa gravità, a seconda del genotipo rilevato:

  1. Portatori Silenti: hanno un’alterazione in una sola copia del gene alfa-globinico e si indicano con -a/aa. Tali individui non mostrano nessun sintomo da adulti e solo alla nascita presentano una minima quota di Emoglobina di Bart (1-2%).
  2. Portatori Classici: possiedono due geni alfa-globinici alterati e si indicano con -a/-a oppure –/aa, a seconda che i geni alterati si trovino sullo stesso cromosoma o sui due cromosomi omologhi. In questi individui al momento della nascita sono presentiti quantità elevate di Emoglobina di Bart (5-6%).
  3. Malattia da Emoglobina H: è dovuta all’alterazione di almeno 3 delle 4 copie dei geni alfa-globinici. Questi individui si indicano con –/-a. Clinicamente si ha una lieve anemia con microcitosi, ingrossamento della milza e modeste alterazioni ossee simili aquelle della Beta Talassemia. Dei microscopici aggregati di Emoglobina H, detti corpi inclusi, sono presenti nella gran parte dei globuli rossi di questi pazienti.
  4. Mancanza totale dei geni alfa-globinici: causa una grave condizione chiamata idrope fetale (–/–), spesso letale per il feto durante la gravidanza o subito dopo la nascita.

Nel nostro laboratorio effettuaiamo uno screening genetico che consente sia di individuare gli individui portatori adulti sia eventuali mutazioni nella fase pre-natale. Le Alfa Talassemie possono essere causate sia da delezioni corte, che eliminano un solo gene Alfa, sia da delezioni lunghe, che eliminano 2 geni. Tra le delezioni corte, quelle che noi andiamo ad indagare sono l’Alfa 3,7 e l’Alfa 4,2; tra le delezioni lunghe l’Alfa 20,5 e l’Alfa Mediterranea.